SOS. Salviamo la biblioteca Ass. Papillon Rebibbia

Riportiamo l’appello per la biblioteca del Casale di Ponte di Nona:

SALVIAMO LA BIBLIOTECA DEL CASALE DI PONTE DI NONA
La biblioteca pubblica, via di accesso locale alla conoscenza, costituisce una condizione essenziale per l’apprendimento permanente, l’indipendenza nelle decisioni, lo sviluppo culturale dell’individuo e dei gruppi sociali.
(Manifesto IFLA/Unesco sulle biblioteche pubbliche)


0501803200000000103525 non è un numero di matricola di un detenuto, ma il numero di conto corrente dell’Associazione Culturale Papillon-Rebibbia Onlus.
Abbiamo bisogno del vostro aiuto.
La Biblioteca del Casale di Ponte di Nona, creata nel 2006 e gestita dalla Associazione Papillon-Rebibbia Onlus, ha chiuso il 19 novembre i servizi al pubblico, perché non ha più disponibilità economiche neanche per le utenze; anche il sito internet dell’Associazione, uno strumento essenziale di collegamento tra la drammatica realtà delle carceri e il mondo esterno, non è più attivo per mancanza di fondi. La Biblioteca, che si trova a pochi passi dal centro commerciale di Roma Est a Ponte di Nona, rappresenta la possibilità di un’alternativa culturale praticabile per gli ormai 18.000 abitanti del quartiere. Con i suoi 7200 volumi e la lunga serie di attività culturali e ludiche promosse dall’Associazione, la Biblioteca è una risorsa preziosa e un potenziale luogo di aggregazione e di condivisione per tutti gli abitanti della zona, in particolar modo per i bambini.
Pensiamo che un quartiere per essere tale, e non un semplice agglomerato di abitazioni, abbia bisogno di progetti socio culturali attorno a cui crescere e svilupparsi.
In questo senso l’esperienza della Biblioteca rappresenta un caso unico nel nostro paese, anche perché gestita da detenuti, ex detenuti e volontari, che dal 1996 collaborano per promuovere il rispetto della dignità e dei diritti dei reclusi, favorirne la reintegrazione nella società e sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi.
La Biblioteca può essere salvaguardata con finanziamenti pubblici di modesta entità e l’Associazione sta utilizzando tutti i mezzi in suo possesso per richiamare l’attenzione dalle istituzioni competenti, ma in attesa di risposte, che speriamo positive, oggi è indispensabile continuare a far vivere la Biblioteca e riattivare il sito web dell’Associazione.

Per sostenere Papillon-Rebibbia:
C/C BANCARIO: Iban: IT93K0501803200000000103525
Banca Popolare Etica, Filiale di Roma – Via Parigi 17, 00185 Roma
Intestato all’Associazione Culturale Papillon-Rebibbia Onlus
Conto POSTEPAY: 4023600595737463
Intestato a Mirko Del Medico (Presidente Associazione Culturale Papillon-Rebibbia Onlus)
Conto PAYPAL
Iscriviti a Papillon su Facebook

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in appelli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a SOS. Salviamo la biblioteca Ass. Papillon Rebibbia

  1. silvana ha detto:

    Salva la Terra, salva lo Spirito.

    I libri sono lo strumento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...