giovedì 17 febbraio 2011 ore 19

Giovedì 17 febbraio a Roma alla Libreria Flexi (Via Clementina, 9) saranno presentati “New York is a woman” di Laura Costantini e “Se esiste il paradiso Villefranche-sur-Mer” di Francesca Mazzucato, direttrice della stessa collana: Cahiers di viaggio.

Assieme a Laura Costantini parteciperà anche Francesco Giubilei, classe ’92, direttore editoriale della casa editrice. Questo incontro sarà solo un’anticipazione di quello che accadrà alla Fiera del Libro di Modena il week-end successivo il 19-20 febbraio 2011 (stand 27-28).

“New York is a woman” viaggia sulle suggestioni e le immagini che la Grande Mela ha saputo suggerire all’autrice durante la sua permanenza seppur troppo breve. Conscia del confronto con una letteratura pressoché infinita, Laura Costantini ci regala le sue impressioni come è solita fare di ritorno dai suoi viaggi: “Il fatto che io ora sia qui a tentare comunque l’impresa testimonia due cose fondamentali: la mia profonda incoscienza e il terribile potere di seduzione di New York. Non si può resisterle. Si sale in aereo con un piano ben preciso e con un bellissimo taccuino rilegato in pelle arancione, uno dei colori di New York, tutto da riempire”.

Come scrive Francesca Mazzucato (direttrice della collana) nel suo blog (http://cahierdiviaggio.blogspot.com/) “in questo periodo triste, relativo all’immagine femminile, già dal titolo il testo di Laura Costantini, è un omaggio. Un omaggio a un “femminile” inteso a 360 gradi, che è oltre e altro rispetto a quello che si diffonde, con malinconia. Il suo testo è un antidoto. Da leggere. Davvero”.

Laura Costantini e’ giornalista e scrittrice. Dopo anni nella carta stampata, dal 2003 e’ una delle inviate del programma di RaiUno “La vita in diretta”. Ma non ha perso il gusto della parola scritta. Titolare della rubrica “La vita dietro le quinte” sul bisettimanale vercellese “La Sesia”, gestisce due blog: http://lauraetlory.blogspot.com/ e http://lestoriedilauraetlory.splinder.com/. Ha pubblicato sette romanzi, tutti a doppia firma con la sua socia di scrittura Loredana Falcone. “Fiume Pagano” è il loro settimo romanzo, il secondo per Historica Edizioni dopo “Le colpe dei padri”.

“Se esiste il paradiso – Villefranche-sur-Mer” di Francesca Mazzucato è un viaggio nella luce del sud della Francia: un viaggio breve se si passa dalla Liguria del ponente, niente di troppo impegnativo, un piccolo viaggio che si può fare in macchina, in aereo, o in treno. Cambiando a Ventimiglia, prendendo il Nizza che ferma anche a Montecarlo. Un viaggio dove e perché? Il perché non ha parole per essere spiegato, se non in una storia-non storia di un vagabondaggio inquieto, fino a un paese anfiteatro che sembra un presepe, una favola di Natale anche fuori stagione, una macchina del tempo per tornare alla purezza dell’infanzia, una stanza dei giochi, fra profumo di mare, reti, barche e quel passeggiare quando il cielo sa di malva e diventa sera. Un piccolissimo “village” che regala, a chi è di passaggio o stanziale, l’incanto di una delle baie più belle del mondo e tante storie incrociate con lo spazio accogliente per infilare la propria, per farla diventare parte di quel tutto che si incontrerà, senza cesure fra mare e cielo, senza alcun velo (“se esiste, e non è così, ma se per caso esiste, il paradiso è qui”). Un viaggio su orme già percorse da Erika e Klaus Mann, da Jean Cocteau e tanti altri, una colonna sonora speciale, Daniel Barenboim, per cercare un’armonia interiore ed esteriore, spirituale e carnale, per sfuggire a qualcosa o darsi a qualcos’altro. Questo accade, a Villefranche-sur-Mer, sotto a Eze Village, tra la rue Obscure e tre frontiere. Accade, produce un inaspettato incantesimo e il piccolo “villaggio di pescatori” non si lascia più dimenticare.

Francesca Mazzucato è scrittrice, consulente editoriale e traduttrice. Ha pubblicato 16 romanzi, prefazioni, saggi brevi e racconti. Si occupa di erotismo, viaggi, costume, fotografia, new media e critica letteraria. Studiosa di letteratura marsigliese, è l’autrice del saggio in formato e-book: “Louis Brauquier, il poeta del mondo meticcio di Marsiglia”, Kult Virtual Press. Ha scritto per il teatro e tiene regolarmente corsi di scrittura creativa e sui mestieri dell’editoria. Dal 2009 ha creato e dirige la collana “Cahier di viaggio” per le edizioni Historica. Fa parte del Who’s Who in Italy 2009 nella sezione Arte e cultura (ne aveva già fatto parte nel 2006 e nel 2007). Collabora con magazine, riviste letterarie, portali. Da anni cura lo spazio di recensioni e interviste Books and other sorrows (http://scritture.blog.kataweb.it ) che fa parte dei blog d’autore del gruppo Kataweb-L’Espressso. Sulla sua opera sono state scritte alcune tesi di laurea. Ha in uscita un testo breve su Marsiglia per questa collana e sta lavorando a un saggio di costume e a un nuovo romanzo. Fra i suoi romanzi più noti, alcuni dei quali tradotti in Francia, Germania, Grecia e Spagna: “Hot line”, Einaudi, “Relazioni scandalosamente pure”, “Amore a Marsiglia” e “Web cam”, Marsilio, “L’anarchiste” Aliberti, “ Enigma Veneziano”, Borelli e “Kaddish profano per il corpo perduto” Azimut, ambientato a Budapest e dedicato al premio Nobel Imre Kértesz. Nel 2008 è uscito un suo racconto nell’antologia “M’ama? Mamme madri matrigne oppure no”, Il Poligrafo, e il romanzo “Generazione McDonald’s” Marlin editore, da cui è stato tratto uno spettacolo in forma di reading, Fast Food Elettronico, a cura di Marco Nardini con musiche di To-Bork- Ram, portato con successo in giro per l’Italia. A Febbraio 2009 è uscita negli Stati Uniti l’antologia “Rome Noir” (Akashic Books), che contiene il racconto “Tiburtina noir blues” della Mazzucato accanto ai più importanti scrittori italiani fra cui Lucarelli, Carofiglio, Fois. Sempre nel 2009 un suo intervento è uscito nel volume “Dai blog ai social network. Arti della connessione nel virtuale”, a cura di Mapelli e Margiotta, Mimesis editore. Ha vinto il premio Fiuggi e si è classificata seconda al premio Argentario- Narrativa Donna.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in eventi, presentazione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...